Translate

giovedì 25 novembre 2021

Mare & Emozioni


Eccomi nuovamente a scrivere, ho nuovamente bisogno di comunicare le mie emozioni e le mie impressioni di questi ultimi giorni.

Sono da poco tornato da una piccola vacanza di quattro giorni al mare, con un’amica, a cui voglio veramente bene.

I giorni scorsi sono stati intensi sia come divertimento che come emozioni vere.

Giorni passati tra risate, mare, piadina e puro divertimento e anche qualche piccolo ma forte ricordo.



giovedì 11 novembre 2021

I Tarocchi Crowley-Harris




Alcuni post fa vi ho parlato di Crowley, e dei suoi Tarocchi.



Sull’onda della moda rinascimentale, i Tarocchi erano divenuti un vero e proprio strumento di conoscenza occulta, quale ultima testimonianza di un perduto libro della rivelazione che il dio egizio Thoth aveva offerto all’umanità con l’intento di illustrarvi il cammino della realizzazione spirituale. Ciascuna carta assume la funzione di ambigua lettera di un alfabeto cabalistico, il cui mistero soltanto un intuito predisposto all’imperscrutabile riesce a penetrare.


Court de Gobelin (1725-1784), affascinato dai geroglifici egizi, attribuì la diffusione delle carte ai Gitani provenienti dal sud del mondo, nella sua opera monumentale dal titolo “Le Monde Primitif analysé et comparé avec le monde moderne”.

Alphons Louis Constant (1816-1875) meglio noto con l’appellativo iniziatico di Eliphas Levi Zahed, ne sostenne la derivazione ebraico-cabalistica. Insieme con Kenneth Mackenzie aveva progettato un nuovo mazzo da ricostituire globalmente secondo i principi del suo “Dogma” e “Rituale dell’Alta Magia”, del quale mazzo però ci sono rimaste solamente le descrizioni dei Trionfi denominati “Il Carro” ed “Il Diavolo”.


Oswald Wirth, discepolo di Stanislas de Guaita, disegnò un originale gruppo di Tarocchi, dando alle stampe nel 1927, uno dei testi ancor oggi tra i più importanti sull’argomento: “Le Tarot des Imagiers du Moyen Age”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...